La relazione tra un narcisista e dipendente affettivo è un incastro “perfetto e inevitabile” anche se chi è dipendente spesso pensa che sia colpa sua e che abbia commesso un errore imperdonabile a cadere in questo tipo di relazione tossica.

In questo articolo scoprirai perché è “già scritto” che si formerà questo tipo di relazione e quanto questa possa sembrare “perfetta” all’inizio, ma come poi spesso si riveli altamente patologica e dannosa per entrambi i partner coinvolti.

Imparerai a riconoscere i tratti distintivi di una relazione di questo tipo e a capire le dinamiche che la alimentano. Inoltre, scoprirai come affrontare questa situazione e trovare una via d’uscita sana e appagante.

Narcisista e Dipendente Affettivo: La Relazione Perfetta Quanto Patologica

This image is property of images.unsplash.com.

Definizione di Narcisismo

Come già sai se segui il blog, il narcisismo è un disturbo della personalità caratterizzato da un’inclinazione esagerata verso se stessi, al punto da manifestare una grandiosità e una preoccupazione quasi esclusiva per la propria immagine e il proprio successo.

Il narcisista generalmente ha una percezione irrealistica di sé stesso, si considera superiore agli altri e si aspetta un trattamento speciale e ammirazione costante. Questo comportamento narcisistico può avere un impatto significativo sulle relazioni interpersonali che emerge spesso nella sfera affettiva e romantica.

Caratteristiche del narcisista

Il narcisista presenta una serie di tratti distintivi che contraddistinguono il suo comportamento. Alcuni di questi includono:

  • Un senso di superiorità e grandiosità
  • La necessità di ammirazione continua da parte degli altri
  • La mancanza di empatia e la tendenza a sfruttare gli altri per ottenere ciò che desidera
  • L’attenzione focalizzata su di sé e la mancanza di interesse o considerazione per gli altri
  • Una forte esigenza di controllo e dominio nella relazione

Origine del narcisismo

Le cause del narcisismo non sono ancora completamente comprese, ma si ritiene che siano il risultato di una combinazione di fattori genetici e psicologici connessi a quelli ambientali.

Ad esempio, alcuni studi suggeriscono che l’eccessiva ammirazione ricevuta dalle figure di riferimento durante l’infanzia può contribuire allo sviluppo di tratti narcisistici. Inoltre, eventi traumatici o l’essere cresciuto in un ambiente in cui l’individualismo e l’egoismo sono prevalenti possono anch’essi influenzare la formazione del narcisismo.

Effetti del narcisismo sulla relazione

La presenza di un partner narcisista può avere quindi conseguenze significative e molto negative sulla relazione affettiva.

Infatti, dal momento che il narcisista è centrato su se stesso e tende ad aver poco interesse per gli altri, il partner può sperimentare sentimenti di inadeguatezza, mancanza di attenzione e bassa autostima.

E il narcisista manifesta comportamenti manipolativi e abusivi, che portano alla creazione di una relazione tossica e insoddisfacente per entrambi.

Definizione di Dipendenza Affettiva

La dipendenza affettiva è un modello di comportamento caratterizzato da una grande paura del rifiuto e da una dipendenza eccessiva dalle relazioni romantiche per soddisfare i propri bisogni emotivi.

Le persone con dipendenza affettiva tendono ad identificarsi completamente con il proprio partner, spesso mettendo da parte i propri bisogni e desideri per soddisfare quelli dell’altra persona.

Segni di dipendenza affettiva

Alcuni segni comuni di dipendenza affettiva sono:

  • Una paura intensa dell’abbandono e una costante necessità di conferme dal partner
  • La volontà di fare qualsiasi cosa per mantenere la relazione, anche a costo del proprio benessere personale
  • La tendenza a cercare costantemente l’approvazione e l’amore del partner
  • L’incapacità di essere felici o soddisfatti senza la presenza del partner
  • L’abitudine di sacrificare altre aree della propria vita, come lavoro o amicizie, per concentrarsi esclusivamente sulla relazione
LEGGI  Lasciare un narcisista: 50 ostacoli nel farlo

Cause della dipendenza affettiva

Le cause precise della dipendenza affettiva non sono ancora del tutto comprese.

Tuttavia, si ritiene che fattori come i traumi infantili, l’assenza di figure di attaccamento sicure e modelli emotivi non salutari possano contribuire allo sviluppo di questa condizione.

E, in alcuni casi, la dipendenza affettiva può anche essere il risultato di disturbi psicologici sottostanti come la depressione o l’ansia.

Conseguenze della dipendenza affettiva nella relazione

La dipendenza affettiva può mettere a dura prova la relazione stessa, poiché il dipendente affettivo può spesso sviluppare aspettative irrealistiche nei confronti del partner e potrebbe manifestare comportamenti esagerati e disfunzionali per evitare l’abbandono.

Questo può mettere pressione sul partner e portare a sentimenti di soffocamento e a sentirsi di essere imprigionato. Inoltre, la dipendenza affettiva può anche impedire al dipendente di sviluppare una propria identità indipendente all’interno della relazione.

Narcisista e Dipendente Affettivo: La Relazione Perfetta Quanto Patologica

This image is property of images.unsplash.com.

Differenze tra Narcisista e Dipendente Affettivo

Pur essendo entrambi caratterizzati da dinamiche di relazione disfunzionali, il narcisista e il dipendente affettivo presentano differenze significative nei loro tratti e comportamenti.

Caratteristiche distintive del narcisista

Il narcisista è come detto solitamente caratterizzato da una grandiosità e da un senso di superiorità, ha bisogno di ammirazione costante e tende a essere poco empatico verso gli altri.

I narcisisti sono spesso motivati dalla ricerca di potere e controllo, e la loro relazione è molto spesso focalizzata sul proprio desiderio di autoaffermazione e soddisfazione personale.

Caratteristiche distintive del dipendente affettivo

Il dipendente affettivo, d’altra parte, dipende come detto eccessivamente dall’altra persona per soddisfare i bisogni emotivi e tende a sacrificare i propri bisogni per quelli del partner.

I dipendenti affettivi soffrono spesso di una forte paura dell’abbandono che porta a vivere sensi di disperazione profondi se la relazione terminasse o se venisse minacciata da qualcosa o qualcuno.

In generale, il dipendente affettivo è spesso ansioso e insicuro nella relazione, cercando costantemente conferme e rassicurazioni dal partner.

Confronto tra i due profili

Quindi, mentre il narcisista ha una visione esageratamente positiva di sé stesso e tende a mettere i propri bisogni al primo posto, il dipendente affettivo ha una bassa autostima e pone i bisogni del partner prima dei propri.

Ed entrambi i profili possono essere dannosi per la relazione, ma in modi diversi. Infatti, mentre il narcisista può essere incline a manipolare emotivamente l’altro, il dipendente affettivo può annullarsi e non sentire più i suoi bisogni all’interno della relazione.

La Relazione tra un Narcisista e un Dipendente Affettivo

Nonostante le differenze significative tra il narcisista e il dipendente affettivo, può verificarsi una dinamica particolare quando questi due profili si incontrano.

Attrazione reciproca

Inizialmente, la relazione tra un narcisista e un dipendente affettivo può sembrare perfetta, poiché entrambi i partner si adattano in modo complementare ai tratti (in realtà disfunzionali) dell’altro.

Il narcisista trova gratificazione nell’ammirazione e nell’attenzione esagerate fornite dal dipendente affettivo, mentre il dipendente affettivo si sente necessario e amato dal narcisista.

Dinamiche della relazione

Tuttavia, con il passare del tempo, le dinamiche della relazione possono peggiorare.

Il narcisista può diventare dominante e controllante, mettendo a dura prova la debole autostima del dipendente affettivo.

Allo stesso tempo, il dipendente affettivo può diventare sempre più ansioso e insicuro, cercando continuamente di soddisfare i bisogni del narcisista a discapito dei propri.

Stress emotivo e manipolazione

La relazione tra un narcisista e un dipendente affettivo può quindi causare un notevole stress emotivo per entrambi i partner.

Il narcisista può infatti esercitare una manipolazione emotiva per ottenere ciò che desidera e il dipendente affettivo può sentirsi costretto a fare sacrifici e a sopprimere i propri bisogni per mantenere la relazione.

LEGGI  Amore Tossico: Sintomi (ben 50) che ci Sei Caduto/a

Questi modelli di comportamento disfunzionali possono inevitabilmente portare a un deterioramento della salute mentale e della soddisfazione complessiva nella relazione.

Narcisista e Dipendente Affettivo: La Relazione Perfetta Quanto Patologica

This image is property of images.unsplash.com.

Ciclo della Relazione Narcisista-Dipendente Affettivo

La relazione tra un narcisista e un dipendente affettivo spesso segue un ciclo prevedibile, con fasi distinte.

Fase dell’idealizzazione

Nella fase iniziale, il narcisista idealizza il dipendente affettivo, dandogli ammirazione e gratificazione. In questa fase, il narcisista può fare dichiarazioni d’amore profonde e manifestare un atteggiamento di completa devozione, offuscando così i potenziali segnali di allarme che potrebbero emergere.

Fase della svalutazione

Con il passare del tempo, il narcisista inizia a perseguire il proprio tornaconto, dimostrando una totale mancanza di considerazione per i sentimenti e i bisogni del dipendente affettivo. Il narcisista può manifestare in questa fase comportamenti manipolativi, svalutando il partner e rendendolo sempre più insicuro e dipendente.

Fase dello scarto

Nella fase finale, solitamente il narcisista decide di terminare la relazione o di allontanarsi. Sentendosi minacciato dalla dipendenza emotiva del partner e desiderando una nuova gratificazione, il narcisista abbandona così il dipendente affettivo, lasciandolo emotivamente devastato e confuso.

Conseguenze per il Dipendente Affettivo

La relazione con un narcisista può avere gravi conseguenze per il dipendente affettivo che si protrarranno ben oltre il periodo della relazione stessa.

Bassa autostima e senso di vuoto

Dopo essere stato sottoposto a svalutazione e manipolazione, il dipendente affettivo può sperimentare una marcata diminuzione dell’autostima e un senso di vuoto interiore. Il dipendente affettivo può così in questa fase, sentirsi inadeguato e incapace di trovare un senso di identità al di fuori della relazione.

Isolamento sociale e perdita di contatto con sé stesso

A causa dell’attenzione esclusiva rivolta al narcisista, il dipendente affettivo può perdere contatti con amici e familiari, isolandosi emotivamente dal proprio contesto sociale. Inoltre, il dipendente affettivo può perdere il contatto con se stesso, mettendo da parte i propri interessi e desideri per seguire quelli del partner.

Rischio di sviluppare disturbi psicologici

Le ripercussioni della relazione con un narcisista possono estendersi anche nella sfera della salute mentale. E, a tale proposito, il dipendente affettivo può essere più incline a sviluppare problemi di ansia, depressione e disturbi del sonno a causa dello stress emotivo e della mancanza di sostegno emotivo.

Narcisista e Dipendente Affettivo: La Relazione Perfetta Quanto Patologica

Come Affrontare una Relazione con un Narcisista o un Dipendente Affettivo

Se ti trovi coinvolto in una relazione con un narcisista o un dipendente affettivo, ci sono dei passi che puoi intraprendere per garantire il tuo benessere emotivo.

Riconoscere i segnali all’interno della relazione

Il primo passo è quello di riconoscere i segnali dei comportamenti disfunzionali all’interno della relazione (per fare questo puoi leggere questo articolo: 50 Segnali di una Relazione Tossica: Come ti Senti con un Narcisista). Prenditi per questo il tempo per valutare obiettivamente il comportamento del tuo partner e di analizzare come ti fa sentire. E se noti segni di manipolazione, bassa autostima o ansia costante, potrebbe essere opportuno prendere in considerazione l’idea che potresti essere coinvolto in una relazione disfunzionale.

(per riconoscere la manipolazione, leggi questo articolo: Guida Completa al Narcisismo Manipolatore e alle Sue Tattiche)

Cercare supporto e consulenza

Una relazione tossica può essere emotivamente esaustiva e può essere difficile farvi fronte da soli. Cerca quindi il supporto di amici fidati, familiari o consulenti professionali per ottenere il sostegno necessario per affrontare la situazione. Un terapeuta può, a questo proposito, aiutarti a riconoscere e ad affrontare le dinamiche disfunzionali all’interno della tua relazione.

LEGGI  Il Manipolatore Affettivo Torna Sempre? E Come e Quando?

Fare delle scelte consapevoli per il proprio benessere

Rifletti sulle tue esigenze e sui tuoi desideri all’interno della relazione. Innanzitutto, sii gentile con te stesso e metti il tuo benessere emotivo al primo posto. Ciò potrebbe significare stabilire dei confini sani, prendere il controllo del tuo tempo e delle tue relazioni sociali, e fare delle scelte che ti consentano di sviluppare la tua autostima e la tua indipendenza.

La Necessità di Guarire e Rompere il Ciclo

Dopo essere stato coinvolto in una relazione tossica, è fondamentale dedicare tempo ed energie personali alla guarigione e alla ricostruzione della propria autostima.

Importanza del recupero personale

Il recupero personale è un processo necessario dopo una relazione tossica. È importante quindi dedicare tempo a riflettere sulle dinamiche della tua ex relazione e cercare di imparare da essa. Prenditi per questo il tempo per conoscerti meglio e per investire in attività che ti portino gioia e soddisfazione.

Riappropriarsi della propria autostima

L’autostima risulta spesso danneggiata dopo una relazione tossica, ma puoi lavorare per ricostruirla. Cerca, a tale proposito, modi per coltivare una visione positiva di te stesso, concentrandoti sui tuoi pregi e successi. La terapia individuale può essere, in questo caso, preziosa per aiutarti ad esplorare e affrontare gli aspetti della tua personalità che sono stati influenzati negativamente dalla relazione.

Creare relazioni sane in futuro

Dopo aver affrontato una relazione con un narcisista, è importante impegnarsi a creare relazioni sane e appaganti in futuro.

Prenditi perciò il tempo per imparare dagli errori del passato e riflettere su ciò che realmente desideri in una relazione.

Sii vigile nei confronti dei tratti narcisistici potenziali dei futuri partner e cerca relazioni basate sul rispetto reciproco, l’empatia e la sincerità.

valutare e riflettere

Photo by Pixabay on Pexels

 

Conclusioni

La relazione tra un narcisista e un dipendente affettivo può sembrare perfetta all’inizio, ma può rapidamente trasformarsi in una dinamica disfunzionale e distruttiva.

Il dipendente affettivo ha conseguenze particolarmente negative dopo una relazione di questo tipo, tra le quali l’abbassamento dell’autostima, il sentire di essere stato manipolato e la perdita della propria identità.

È fondamentale perciò riconoscere i segnali di una relazione tossica (li puoi leggere in questo articolo), cercare supporto e fare scelte consapevoli per il proprio benessere.

La buona notizia è che con l’intervento terapeutico appropriato e il tempo dedicato alla guarigione personale, è possibile costruire relazioni sane e appaganti in futuro.

Ricorda comunque sempre che prendersi cura di sé stessi è essenziale per rompere il ciclo delle relazioni patologiche e promuovere il proprio benessere emotivo e personale.

In chiusura, è importante ribadire che l’intersezione tra narcisista e dipendente affettivo  in un rapporto amoroso, può creare una relazione complessa e dannosa. La salvaguardia del proprio benessere diventa quindi prioritaria, e qui entra in gioco l’importanza di avere degli strumenti concreti da utilizzare al riguardo.

A questo proposito, l’audio gratuito “Superare lo Stress” offre un sollievo immediato, permettendo di affrontare il vortice emotivo di questa connessione patologica.

Inoltre, i “99 Consigli per una Vita Migliore” consegnati via email, costituiscono una guida costante per riconquistare la propria autostima e indipendenza emotiva.

Queste risorse costituiscono quindi un ausilio importante per uscire dal vortice delle relazioni tossiche con i narcisisti patologici. Per accedere all’audio e ai consigli, visita questa pagina.